La raccolta differenziata dell'olio alimentare - Comune di Gatteo

Aree tematiche | Ambiente | La raccolta differenziata dell'olio alimentare - Comune di Gatteo

Aggiornato il 

Raccolta differenziata dell’olio alimentare

Ogni cittadino produce circa 5 kg/pro capite all’anno di olio esausto proveniente principalmente dalla cottura dei cibi e dai processi di frittura. Se versati nel lavandino o dispersi nell’ambiente intasano le tubature, inquinano. Un litro di olio può contaminare seriamente la falda ostacolando l’ossigenazione dell’acqua. Conferito correttamente, l’olio aIimentare è un rifiuto completamente recuperabile. Per questo il Gruppo Hera ha realizzato nuovi contenitori stradali per la raccolta degli oli alimentari. Raccolto in bottiglie di plastica, che verranno avviate a recupero nella raccolta della plastica, l’olio alimentare diventa così una materia prima riutilizzabile per produrre energia e calore o per generare biocarburanti.

ATTENZIONE: La raccolta differenziata è un obbligo previsto dalla legge e dai regolamenti delle Autorità competenti. Il mancato rispetto potrebbe comportare sanzioni amministrative.

Cosa si può conferire:

- Oli alimentari adoperati in cucina, oli da frittura, strutto e oli utilizzati per conservare gli alimenti nei vasetti (es. tonno, sott’oli…) e NON oli minerali (oli motore, oli lubrificanti…)

Come fare:

Devono essere raccolti a freddo in bottiglie di plastica ben chiuse da conferire all’interno dell’apposito contenitore. Non utilizzare recipienti in vetro. Diametro massimo bottiglie: 18 cm.

Dove trovare i contenitori per conferire l'olio alimentare:

- Gatteo, via Giovanni XXIII, 39 - vicino al Parco J. F. Kennedy
- Sant'Angelo di Gatteo, via Volta, 48

L’olio alimentare si può sempre conferire anche alle stazioni ecologiche e presso l'ecomobile.

Per conoscere l’elenco aggiornato visita il sito web di HERA.

Risultato (9 valutazioni)